La Sindrome Anti MIT


Tempo fa vi ho parlato di una pagina ironica nata su facebook per ridere un po’, con intelligenza, alle stranezze (o stronzaggini che dir si voglia) degli uomini, ed era quella che trovate cliccando qui:

Uomini Col Mestruo.

Come si nota la pagina contiene una serie di esperienze, a quanto pare, che attingono da email reali anonime ricevute dalla “redazione”, che hanno davvero dell’incredibile, incredibile che però  per molte di noi donne diventa credibilissimo visto che ad almeno un paio (anche se per alcune di noi sigh sigh c’è da ammettere di aver collezionato tutte le situazioni descritte nei post, ahimè, spesso anche “grazie” ad una sola persona!) di situazioni descritte abbiamo partecipato in maniera attiva, rendendoci conto soltanto dopo di quello che realmente ci stavamo facendo propinare, a volte anche un po’ a gratis, da un’altra persona.

Ultimamente invece sta riscuotendo molto successo la risposta al maschile a questa pagina, che potete sempre guarducchiare, se non la conoscete già, cliccando qui sotto:

La Mutanda In Testa.

Come spesso accade, nonostante il successo della pagina al femminile questa al maschile ha sbancato tutto, poichè è nato da qui anche un canale youtube, con conseguenti video (e monetizzazione, giustamente) e lavori quindi evoluti&alternativi in merito alla questione.

Tutto meritatissimo, i ragazzi sono bravissimi e le situazioni descritte veramente ironiche, divertenti e da sganasciarsi dal ridere, sempre con intelligenza, anche per noi donne, devo dire.

Fermo restando che credo che anche la pagina UCM avrebbe potuto godere di un successo simile, soltanto che non si è evoluta la cosa ed è rimasta un po’ lì, forse perchè non ci sono le stesse “intenzioni” dietro, non saprei.

Ma questa cosa mi ha fatto riflettere su una cosa in particolare che adesso andrò a descrivervi.

L’esistenza di una ipotetica mutanda in testa per un uomo insicuro può costituire un problema tale da creare una vera e propria SINDROME Anti-MutandaInTesta.

Sindrome Anti MIT

Eh sì perchè la sola idea che gli amici possano percepire che “lui si è fatto mettere la mutanda in testa” diventa un problema per l’orgoglio maschile.

E questo implica 3 cose:

che tra uomini si giudica molto quello che altri uomini non presenti nella stanza vivono con le proprie compagne

che tra uomini la ciucia deve essere al primo posto SEMPRE a meno che questo non implichi un fidanzamento o un impegno serio, perchè lì le cose sono diverse

che l’entusiasmo e l’innamoramento viene facilmente soggiogato e spento da questo tipo di paure, venendo poi facilmente soppiantato da esse

C’è infatti una legge per la quale l’uomo deve faticare e sudare per conquistare una ciucia, e badate bene al nome comune di COSA che ho citato, non ho detto DONNA, ho detto CIUCIA, legge per la quale vale anche l’adulamento e lo zerbinaggio e la finta devozione che però dopo aver raggiunto l’obiettivo slittano verso un’altra ciucia.

Per cui lì non si parla di mutanda in testa perchè se anche apparentemente sembra così, in realtà il fatto che l’uomo passi le sue giornate a colloquiare tramite whatsapp, facebook, email, piccioni viaggiatori con l’oggetto del desiderio (del momento) è visto come una nota positiva, agli occhi degli altri uomini. Se anche si passano le giornate così tra la ricerca di una conquista e poi di un’altra dedicando intere ore, giornate e settimane allo scopo, la considerazione degli altri, sempre nella mente di questi soggetti, è positiva, immaginando che gli altri pensino: “Sei un bucchinaro, bravo!“. Naturalmente se invece è la donna ad assumere atteggiamenti del genere è facilmente etichettata come una prostituta ma non è questa la sede per parlare di questa divergenza di considerazioni.

La cosa particolare di tutta questa faccenda è che se invece l’uomo dedica le sue giornate, ore, settimane, attenzioni alla sua COMPAGNA tutto cambia. “Eh non è più lo stesso, si è fatto mettere la mutanda in testa, guardalo là com’è cambiato, non è più lo stesso di prima”.

E a questo punto, parte quella che io ho chiamato Sindrome Anti_MIT.

L’uomo colpito da questa sindrome dopo aver speso un sacco di giorni, energie, mesi a rendere felice la sua compagna, quando si ritrova a parlare con gli amici di altri uomini seriamente impegnati, come lui, comincia a fare paragoni, inconsciamente, e a sopperirne.

Se gli amici definiscono un altro amico (SEMPRE NON PRESENTE, attenzione) UN MUTANDATO per questo o quell’altro motivo, sarà facile che comincerà a chiedersi se anche quando lui non è presente gli stessi “amici” (magari includendo quello non presente) gli riservano lo stesso trattamento. E questo genera una forte insicurezza per la quale il soggetto sarebbe pronto a tutto pur di evitarlo.

Per cui comincerà ad evitare di fare quelle carinerie verso la fidanzata, snellendo sempre più il bagaglio delle attenzioni e delle piccole cure verso l’altro, che poi fanno il 70% di un rapporto.

Comincerà a fare apprezzamenti sulle altre, a notare le taglie di reggiseno di avventuriere della cricca degli “amici”, a dare suggerimenti e pareri sui MUTANDATI definendosi per contro, quindi, un non-appartenente alla categoria. Comincerà a partecipare attivamente a conversazioni inerenti “ciucia”, ritrovandosi spesso persino a guardare o condividere foto e video porno che si sa, tra “amici” ci si manda, per farsi una risata, ma è chiaro, non una volta ogni tanto ma almeno una volta al giorno (se tutto va bene e gli auto-definiti non-mutandati hanno del tempo da dedicare a questo, levandolo dal tempo che dedicano alla conquista delle prede-ciuce dette prima).

Naturalmente questo include commentini sprezzanti verso la compagna anche e soprattutto in presenza dei suddetti amici,anche e soprattutto in presenza di lei, che fa un po’ come da “tappezzeria” in certi casi (o vorrebbe tanto esserlo), commentini che tra il serio e il meno serio includono frasi del tipo:

no ma chi se la vuole sposare, poi le devo dare anche gli alimenti se ci separiamo

no ma non dire che quella è bona se no non me la fa accettare su facebook

che dici ci vogliamo fare una scampagnata di una settimana con la scusa del lavoro? Però shhh non farmi urlare che lei è di là e non posso farmi sentire

classifica sulle prestazioni sessuali di altre donne

accondiscendenza e totale assorbimento in situazioni pre-ciucia e infra-ciucia di altri uomini-“amici”

rilassamento e incuria nel rapporto coniugale

Naturalmente agli occhi della compagna tutto questo potrà sembrare una specie di imbarbarimento e inselvaggimento dovuto a un cambiamento dei sentimenti o a un instronzimento improvviso. Prima di arrivare a certe consapevolezze ci vuole del tempo, e nemmeno tutti ci arrivano.

A volte la paura fa più danni di quanto si crede, perchè è lei a dominare, e non la persona su di essa.

L’uomo che soffre di questa particolare sindrome, quando comincerà ad avere problemi con la compagna a causa di questi comportamenti… come dire… particolari… troverà sicuramente un valido appoggio in quegli stessi amici, che lo definiranno sano e saggio e soprattutto “un uomo che non si è lasciato mutandare e che al più presto quindi potrà correre dietro a una nuova ciucia, dedicando soldi, tempo ed energie senza poter essere definito mutandato“!OLE’!

Per cui tutto questo ha un finale piuttosto tragico, scontato e poco multiforme direi.

La vera mutanda in testa è quella che abbiamo paura che gli altri ci possano mettere, ma è troppo difficile da capire, è troppo complicato da poter attuare; è troppo assurdo per un uomo accettare di dedicare la propria vita alla donna che ha scelto per la vita, appunto, senza darla per scontata o senza aspettarsi che sostenga tutti i suoi cambiamenti repentini, inclusi quelli dovuti alla sindrome qui descritta.

L’uomo che soffre della Sindrome Anti-MIT ha un solo futuro possibile: diventare un ciucia-dipendente esattamente come i suoi “amici”, ottenendo il plauso della platea e l’abbandono dal resto.

Mutandandosi definitivamente quindi, a tutto questo. Mutandandosi definitivamente quindi alla presunta considerazione che gli altri crede abbiano di sè.

Generalmente i sofferenti di questa sindrome si ravvedono soltanto in punto di morte, quando si rendono conto di aver sprecato la loro esistenza dietro ciuce poco meno che interessanti e dopo aver avuto una serie di rapporti intimi e sessuali in relazioni più o meno vuote. Non avranno figli a cui raccontare nulla, non avranno compagne vere in grado di sostenere la loro vecchiaia e le loro esigenze fino all’ultimo giorno; avranno solo una catasta di ricordi e ciuce che si accavallano, in una confusione tra racconti veri e falsi, video porno e atti davvero accaduti nella realtà e ore spese a mandare email e whatsapp che nell’arco di una vita, una volta raggruppate, si sommano in anni di tempo volato via così.

Ed è solo per questo che una volta che gli “amici” magari si sono sposati, e che la vita è trascorsa così, che magari i sofferenti di questa sindrome possono ravvedersi, e finalmente guarire quando però è inesorabilmente troppo tardi.

Potete aiutare questi uomini deboli e sfortunati mandando un sms dal valore di 2 euro al numero 661cretino sperando che la ricerca possa aiutare in qualche modo a trovare qualche strategia curativa nei loro confronti. Per il resto, stanno per aprire centri dedicati allo studio di questi particolari esemplari.

Novità in aggiornamento, restate sintonizzati.

3 thoughts on “La Sindrome Anti MIT

    • Grazie Mr Loto🙂 Se ti ha fatto ridere e ti ha fatto contemporaneamente pensare vuol dire che hai colto perfettamente l’intenzione, oltre che il senso, di quello che ho scritto🙂 Non passo Natali felici da qualche anno ma si fa quel che si puó🙂 Buone feste anche a te!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...