Quello che ho capito 2, la vendemmia


La mole di cose che sono successe negli ultimi periodi è di entità abissale,

per cui mi limiterò semplicemente a trarne delle conclusioni, belle o brutte che siano.

Quello che ho capito è che avevo vissuto quasi 31 anni con gli occhi foderati dalle mie esperienze passate in adolescenza e infanzia,

completamente condizionata da fatti che non dipendevano da me e per cui invece mi sono sempre sentita responsabile.

Ma io ero solo una bambina, che responsabilità potevo avere…

Quello che ho capito è che la morbosità non porta da nessuna parte, prima o poi è naturale che sfumi, che si trasformi o che diventi qualche altra cosa, e che in generale nei rapporti morbosi si è in 2, e non è detto che entrambi capiscano la stessa cosa nello stesso momento o che evolvano nello stesso momento.

Quello che ho capito è che chi come me ha cercato un salvatore o una salvatrice per tutta la vita in realtà non ha capito che il vero salvatore di se stessi….è se stesso… Caricare gli altri con i propri dolori, con le proprie aspettative, con le proprie richieste e pretese è fuorviante, è inopportuno, danneggia, e distrugge, perchè la reazione non può essere che deludente, perchè ognuno si smazza il suo e perchè ognuno fa quel che può.

Perchè poi le pretese se anche vengono confermate ne sveleranno sempre di nuove ed è un circolo chiuso da cui non si esce.

Le persone si rivelano per quello che davvero sono solo quando lasciate libere di scegliere.

E questo per un motivo molto semplice e se vogliamo anche intuibile: ognuno di noi fa quello che gli pare, egoisticamente, facendo quello che più gli piace, e se quello che più piace combacia, allora si è uniti nella più assoluta libertà di esserlo.

Quello che ho capito è che quando si dice la verità spesso si ricevono molti vaffanculo, ma anche qualche volta qualche “grazie”.

Quello che ho capito è che non sempre le persone si rivelano per quello che sono se tu ti mascheri, ma se tu ti smascheri allora si smascherano anche gli altri.

Quello che ho capito è che ottieni in base a quello che dai.

Ottieni in base a quello che fai.

Ottieni in base a come vedi le cose e in base a come vivi le cose.

Quello che ho capito è che il bianco e nero è passato tanto tempo fa, oggi ci sono i colori, e sono tutti pieni di sfumature diverse, e che nessuno, NESSUNO può permettersi di giudicare la tua vita senza conoscerne tutte le sfumature, senza aver camminato nelle tue scarpe e nei tuoi panni almeno per un po’, e nemmeno.

Quello che ho capito è che non bisogna incazzarsi quando le persone non ci danno esattamente quello che vorremmo, o non fanno esattamente quello che vorremmo o ci aspetteremmo,

la morte di tutti i rapporti sono le aspettative,

ed è l’uniformare la propria mente a quella dell’altro/a.

Ognuno ha i suoi tempi, le sue sinapsi, le sue considerazioni da fare e le proprie scelte da elucubrare,

ognuno ha le sue pippe, le sue paure, i suoi spazi e i suoi momenti, e pressare su questo, svalvolare su questo, tempestare su questo, non solo è inutile ma anche dannoso.

Per fare un paragone alla francese è come interrompere qualcuno mentre sta cagando 🙂
Non riesce a liberarsi del tutto e finisce per rimanere intasato e di mal umore per molto tempo, finchè non manda a fare in culo (per l’appunto) il malcapitato della situazione per poter correre al cesso e finire di liberarsi, da solo, sicuro di non essere rotto il cazzo nel momento tòpico.  🙂
Quello che ho imparato è davvero tanto,

quanto sono evoluta è davvero moltissimo,

quello che ha dato inizio a questo nuovo anno è stato veramente importante,

e se non avessi incontrato una persona probabilmente tutte queste cose non le avrei mai scoperte, se mi fosse stato concesso tutto così aggratìss come mi è sempre stato quasi sempre concesso in passato da tutti, forse non mi sarei mai ritrovata volutamente sola, a pensare, a tentare di capire, a macinare pensieri, a confrontarmi, a mettermi in discussione, a capirmi, finalmente.

Di cagate nella mia vita ne ho fatte moltissime,

e sempre con persone a cui volevo bene, e proprio per questo, perchè erano persone a cui tenevo,

e a quelle che ritenevo al di sopra di tutti ho chiesto scusa, anche se non ho avuto la stessa risposta positiva da tutti, ma nemmeno me l’aspettavo.

Non tutti sono disposti a capire, non tutti sono “tenuti” a capirti perchè non tutti forse sono disposti a perdonare, o forse semplicemente rimangono schiavi del pregiudizio che si sono fatti su di te, e non riescono ad andare oltre…

E poi c’è chi ci riesce, per un qualunque motivo, e sembra che tutta questa sofferenza macinata e finalmente buttata fuori abbia avuto un senso.

Non ho idea di  cosa e dove tutto questo mi porterà, e onestamente non m’interessa,

quello che mi interessa è che mi sento finalmente libera,

contenta,

e che attimo per attimo il presente ha assunto un sapore diverso, perchè sono io che sono diversa.

E qualunque cosa accada, sarà sempre così.

Una maggiore consapevolezza di sè porta a una maggiore consapevolezza degli altri e delle cose che succedono,

e per quanto la vita riserva enormi gioie e enormi sofferenze,

l’autocoscienza di sè è l’unico passo che si può fare verso la luce, e non importa quanti sassi dobbiamo scavalcare, o inciamparci dentro, mentre la seguiamo con lo sguardo fisso puntato verso di lei.

Sono serena,

ho tanti casini ma sono serena,

non mi lamento più,

non mi piango più addosso,

non mi dilanio più di pippe mentali come prima (anche se posso dire che sono diminuite ma non svanite 🙂 il lupo perde un po’ di pelo, mai tutto, altrimenti prende freddo 🙂 ),

e mi vivo giorno per giorno quello che la vita mi sta dando in base a come io mi sto ponendo davanti ad essa.

E per il momento, nonostante tante delusioni e tanti dolori e tanti vaffanculo e tante “perdite”, posso dire di essere autocoscientemente più serena, tranquilla, e libera.

Annunci

14 thoughts on “Quello che ho capito 2, la vendemmia

  1. il mio non è un commento rivolto al significato del post, perchè è evidente che riguarda una parte di una vita che non conosco e che può essere capita solo da chi ha passato qualcosa di simile, ma più che altro mi soffermo su l’unica cosa che mi ha colpito, ossia la facilità con la quale hai messo la parola “elucubrare” a distanza di appena un rigo da ” […] è come interrompere qualcuno mentre sta cagando”. Sono andato a prendere un vocabolario per capire la prima parola (diverrà una delle mie parole preferite sia per significato che per difficoltà di pronuncia xD), ma mi son cadute le braccia alla lettura della frase successiva xD è vero che sei una donna “matura” e che puoi permetterti di essere meno fine (prossima a una delle vrenzole di uno qualsiasi dei paesi vesuviani) ma ti prego conserva un po’ della tua femminilità 😀
    P.S.: con quest’ultima parte non mi riferisco solo a questo post, ma anche ad alcuni di quelli precedenti, commento questo solo per evitare di farti andare a “scavare i morti” XD

    Mi piace

    • ahahha ma figurati,
      io nonsonounasignora e me ne vanto 🙂
      La femminilità è ben altra cosa, e si manifesta in tutt’altri campi secondo me, per il resto io parlo come mangio, e siccome mangio sia cose prelibatissime che roba scaduta quando non tengo soldi e non posso permettermi di fare spese troppo “lussuose” allora ecco svelato l’arcano 😀

      Non me ne volere,
      io sono fatta così,
      so fare la signora e sacc fà a vrenzol 🙂

      Mi piace

  2. Io direi che ognuno, in base al suo vissuto, trae delle conclusioni…che sono sicuramente diverse da persona a persona.
    Di mio spero sempre che ciascuno di noi possa diventare forte nel corso del tempo..e non ripetere gli sbagli compiuti in passato!
    E’ anche vero che c’è sempre da imparare!!! alla fine non si finisce mai!!!

    Mi piace

  3. Che meraviglia!!! 🙂

    Capisco come ti senti perchè mi è successo qualcosa di simile anni fà e, sebbene all’inizio non sia stato molto facile gestire tutti questi cambiamenti di “vedute”( perchè se davvero capisci qualcosa non puoi fare a meno di applicarla ogni giorno nelle tue azioni ), si è rivelato una delle svolte migliori della mia vita!!

    Un saluto.

    Mi piace

    • Sì, anche per me è stata una delle svolte più significative…
      mi ha fatto rivedere le stesse cose completamente sotto altre prospettive,
      e mi ha fatto cambiare per questo molti pareri, sensazioni, pensieri….
      Un saluto Mr Loto 🙂

      Mi piace

  4. Bene … e speriamo tuttavia che non nevichi !
    Ma se dovesse nevicare questa notte, domani – se devi uscire di casa – metti scarpe adatte “antiscivolo”, copriti bene e vai a piedi, oppure con i mezzi pubblici . Non toccare la macchina, a meno che Tu non disponga di ‘catene’ per le ruote !
    In queste condizioni, @Simona, potresti anche uscire e passare, con i tuoi amici ‘a quattro zampe’, una giornata nuova, emozionante, incredibilmente bella ! 😀
    @Bruno

    Mi piace

    • Ma figurati Bruno,
      qua se nevica la neve si scioglie subito, non rimane a terra, l’unica cosa che ho visto rimanere a terra una sola volta è stato ghiaccio….. 🙂
      Per il resto,
      poichè io per andare a lavoro ora che abito qui devo prendere la tangenziale, sto evitando di uscire con la macchina quando ci sono temporali e bufere troppo forti, non ti dico che danno sto subendo alle mie finanze 😀
      Ma ne sto guadagnando un po’ di riposo che ogni tanto ci vuole…..l’altra sera per andare solo a fare la spesa al centro commerciale con la bufera in atto mi stavo ammazzando, nel vero senso della parola, oltrechè mi sono persa centinaia di volte perchè col buio e la pioggia forte non riuscivo a vedere dove andavo…
      nooooooooooo e chi si muove! 🙂

      Mi piace

  5. Meglio così, amica mia !
    Le previsioni su Napoli, in fondo, sembra indicare un tempo incerto, qualche pioggia e un po’ di sole, con spruzzata di neve sui rilievi alti, come il Vesuvio .
    Speriamo solo che cessi il vento ….
    Un abbraccio e a presto ! 😀
    @Bruno

    Mi piace

  6. … “Una maggiore consapevolezza di sè porta a una maggiore consapevolezza degli altri” … ”
    che rimangono fermi nelle loro idee, senza neanche ipotizzare che si possa andare “oltre” …
    Benvenuta nel Nuovo Mondo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...