Mìssciòn impòssibòl :)


Come posso fare a non scrivere in un momento come questo 🙂 E’ l’unica cosa che mi rimane..
burrone
A volte mi sento come se stessi bendata sull’orlo di un burrone (che non è un grande burro 🙂 ), se metto un piede al di là del burrone ci cado dentro, se metto un piede dall’altro lato però c’è la salvezza, e non una salvezza qualunque, ma una salvezza luminosa, come se il ciglio del burrone separasse l’oscurità dalla luce, come se separasse un buco nero dal fuoco che brucia su e nel Sole…

In momenti come questi, dove mi tocca rivoluzionare tutto quello che ho e tutto quello che faccio, è come se mi tuffassi un po’ nell’ignoto, come se sentissi di dovermi lasciare qualcosa alle spalle senza però sapere in realtà in quale direzione poi devo muovermi..

Sta cambiando tutto, a partire dal fatto che quando troverò casa cambierò quartiere, indirizzo, e abitudini…

E ovviamente per quanto io sia “curiosa” di vedere tutto questo dove porta, sarebbe inutilmente ipocrita dire che non mi fotto di paura 🙂
Ma chi non risica non rosica, se un po’ non si rischia, ci si preclude la possibilità di evolvere, di stare meglio, di offrirci la possibilità di migliorare la qualità della nostra vita.

Per cui nonostante sia veramente difficile, e nonostante mi sento frantumata in 100mila pezzi tutti diversi, lasciati un po’ qui e un po’ là, so che devo fare forza sulle cose “sicure” che ho, e cioè l’affetto dei miei cani, la voglia di non arrendersi, la curiosità di vivere, e qualche affetto sincero sparso qua e là per il pianeta 🙂
Se ho un po’ di sesto senso, anche camminare bendata sul ciglio del burrone non sarà poi così tanto pericoloso, perchè “sentirò” dove mettere il piede prima che qualcuno mi aiuti a s-bendarmi.

Se un po’ di sesto senso non ce l’ho, allora tornerò a rischiare per nulla, a rischiare per dover fare nuovi compromessi, e questo sarebbe un’ulteriore prova per questo mio cervello traforato 🙂 Ma non una sconfitta, chi almeno ci prova, chi almeno ci tenta, non può mai essere davvero uno sconfitto.
Ma se riesco a mantenere 6 cani in un monolocale, mi dico, allora posso fare tutto, volere è potere, e partire con sfiducia è inutile, ci si sgambetta la strada da soli, la paura non fa altro che alimentare le risorse sbagliate che abbiamo, la paura non fa altro che sgarrupare qualunque buona intenzione abbiamo.

Non farò più nulla che mi possa portare troppo disagio, adesso, altrimenti sarebbe stato inutile aver preso delle decisioni così drastiche, e dolorose.

Quello che mi aspetta non lo so ma so quello che non mi aspetta più, so cosa e come non voglio vivere più, e già questo credetemi è un GROOOOSSO passo avanti 🙂
Per ora sto ancora bendata, sul burrone, a studiare il territorio con i piedi scalzi, a studiare le crepe, i sassolini che sono sul ciglio, per non cadere…ma il passo è breve, questo è sicuro, e immagino che lo compierò senza nemmeno rendermene conto. Me ne renderò conto una volta trovatami dall’altra parte, mentre qualcuno mi leva la benda dagli occhi, se la parte sarà quella.

Io spero sia tu cumpagnella mia, ma non ci spero finchè non lo vedrò con i miei occhi, appunto 🙂
Buon giorno  a tutti, me compresa.

E direi che a questo punto questa ci sta bene 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...