Itz Giast Itali


polo

La mia era una macchina come questa, all’incirca.

Dico all’incirca perchè aveva qualche problema al motore, perchè aveva la doppia chiave perchè avevano provato a rubarmela scassinandomi per dispetto tutte le serrature e anche sotto lo sterzo,

perchè aveva un “criceto” nella scatola dello sterzo, tutte le volte che giravo si sentiva un rumorino alienante 🙂

E poi aveva un adesivo della PETA “respect all life” e un adesivo sul retro con scritto “micio a bordo”….

Era la mia macchina 😦

Come sapete, e chi non lo sa lo ridico, come una polla me la sono fatta fottere da un finto parcheggiatore che ha trovato polla per i suoi denti.

Non so poi con una macchina in condizioni come quelle e con a stento 1 euro di benzina (era sotto la riserva) cosa ci abbia potuto fare e dove sia potuto arrivare, ma sta di fatto che è un mese che non ce l’ho più 😦 E mi manca…

Ma come sempre, in Italia tutto così funziona così meravigliosamente che, oltre il danno, ti tocca pigliarti pure la beffa e pur nu par e paccr…

Ma andiamo con ordine…

La sera stessa del furto chiamo il 113 per la segnalazione, fortunatamente avevo i documenti con me (perchè ero andata a pagarne l’assicurazione -.- che però fortunatamente aveva chiuso), dopodichè vado al comando di polizia più vicino, con me avevo l’immancabile spesa che avevo fatto per il mio zoo, entro al comando e il tipo mi guarda e fa: “cos’è questo” e io “no guardi non è una bomba, è la lettiera del mio gatto -.-“.

Tra l’altro vi lascio immaginare al gelo di dicembre, co sta lettiera di 10 kg e altre 2 buste che vagavo per il vomero, parevo na deportata….vabbè.

Entro al comando e il poliziotto mi fa: “ma vabbè signorina se lei ha il sentore che può ritrovarla che la fa a fare la denuncia, il 113 è stato allertato, manco per venire a disdire la denuncia se la ritrova…” 😐

Al che io lo guardo con uno sguardo per dire: “vabbuò ma allor tu che ci staj a fare qua” e gli dico: “no no procediamo”.

Tipo 1 ora e mezza pe fà sta denuncia…

E altre 2 chiusa in un bar a ingozzarmi di caffè aspettando che la mia amica porella venisse a recuperarmi.

Oggi poi, dopo che avevo appurato tramite mio padre che si deve ANCHE fare la denuncia e perdita di possesso al PRA/ACI, mi reco al suddetto ufficio.

Mi avvicino allo sportello dove c’era scritto “ritiro modulistica” e la tipa mi fa “no signora per le informazioni deve andare all’altro ufficio a Via DIocleziano”. Io con la faccia sempre più a forma di punto interrogativo le dico “ma veramente io volevo i moduli per la perdita di possesso per furto”.

Lei quasi infastidita che a me servisse una cosa diversa da quella che lei pensava, me li dà, mi dice quelle 394579384753475 cose che dovevo scrivere, io non ci capisco un cazzo ma le dico “va bene” e mi avvicino al tavolino per compilare…

Ci metto 20 minuti per compilare 2 righi, un’impedita totale, e vado così allo sportello dicendo: “guardi, non ci ho capito niente”.

La tipa me lo compila lei,  si fa dare foglio della denuncia, complementare e moduli, e mentre io stavo per chiederle “ma mi spetta qualcosa?” lei mi guarda e fa “per il pagamento si rechi allo sportello affianco”.

😐

PAGAMENTO?!

Sì, sono 36,68 euro.

😐

ALL’ANEMA E CHI T’E’ BIV!

Cioè nun sol s fann a machin, aggia pur pavà!?!?!?!?

Queste cose possono accadere solo in Italia, davvero, io sono rimasta senza parole.

Guardo nel portafoglio, non li avevo, caccio il bancomat, pago e me ne vado con 40 euro quasi in meno e una macchina rubata…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...