SalernoReggio, mission impossible


salernoreggio

Volente o nolente, sono almeno 5-6 anni che la percorro, e diventa sempre più il mio peggiore incubo.

A parte che in questi anni è salito in modo vertiginoso e senza alcuna legge percentuale il pagamento, ora la tangenziale costa 80 centesimi e l’autostrada (se vogliamo chiamarla così per darle ancora una chance in questo mondo) 1,60 euro. Sì, 1,60 euro per una strada incompiuta, piena di pezzi da rifare, ancora con cantieri (pericolosissimi per noi e loro) aperti e piena di svincoli e “rivincoli”.

Mi era già capitato, ma insomma di notte uno non è che poi pensa a tutte ste cose. L’altra sera tornavo verso casa e avevo dimenticato che (o meglio, speravo che in tutti sti mesi i lavori fossero finiti -.-‘ chi di speranza campa disperato muore nun ce sta nient a fà) a un certo punto ti fanno uscire dall’autostrada e entrare a torre del greco per poi riprendere l’autostrada nel paese e ritornare verso casa…

Così pago i miei 1,60 euri, noto che sulla finestrella del tipo c’è scritto qualcosa tipo “per VapoRi ritirare bigliettino”, mi domando cosa cazzo sia vapori, poi mentre cammino capisco: era Napoli scritto in un qualche linguaggio locale -.-‘

La N sembrava una V e la L una R (o ero io che stev appiezz, che pure ci può stà 😉 ).

Ad ogni modo memore di una esperienza simile che poi si era risolta bene mi faccio tutta la strada che c’era da fare, allungando di perlomeno 10-15 km la strada che avrei fatto se l’autostrada fosse stata utilizzabile, entrando a Torre del Greco e cercando lo svincolo per tornare sull’autostrada, mentre altre macchine si perdevano e si fermavano perchè oltretutto la segnaletica fa cagare e per chi non conosce la zona è un suicidio mettersi di notte a percorrere quelle strade.

Io vorrei capire con quale criterio fanno certe cose.

Ad ogni modo, arrivo finalmente al casello e faccio al tipo “guardi a me il bigliettino non me l’hanno dato, ma io sto tornando verso Napoli e ho già pagato 1,60 euro all’altro collega” e lui “eh ma era dovere suo richiedere il bigliettino, ora deve pagare altri 1,60 euro”.

E io “mi scusi ma mi tocca pagare 2 volte 1,60 euro per un malfunzionamento VOSTRO e per una strada di merda che mi ha anche allungato il tragitto?” e lui “io non ci posso fare niente” e io “allora si prenda la targa, mi faccia passare e poi con un controllo, come successe l’altra volta, vedrete che io ho già pagato e non vi devo nulla”. Lui si è RIFIUTATO mostrandomi un mucchietto di fogli dove la cosa era stata già fatta per altri automobilisti. E ovviamente guarda caso la sua saturazione era arrivata proprio con ME e la mia auto alle 3 di notte.

Quello stronzo non alzava la sbarra!

Ho dovuto DAVVERO rimetterci ALTRI 1,60 euro, senza contare incazzatura e benzina che è andata a farsi fottere per aver allungato di quella posa il tragitto, per farmi alzare la sbarra e mandarlo a fanculo.

Però dico io, ma è mai possibile tutto ciò?

3,20 per una strada che è nu cess, e che è piena di disservizi, e che oltretutto ha una segnaletica per tutti sti svincoli così dimmerda che la prima volta mi persi tra i paesi vesuviani alle 3 di notte?

Ma è normale?

Mah.

Annunci

2 thoughts on “SalernoReggio, mission impossible

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...