Quando si dice: Errevutàt nennè


Ruby la saggia: “Cavaliere, sia più discreto!”

ruby-3.jpg

Ruby, la neodiciottenne più chiacchierata d’Italia, si mette a dare consigli di discrezione a Silvio Berlusconi. Siamo davvero arrivati al paradosso. O forse al capolinea.

La ragazza marocchina, in un’intervista telefonica di Repubblica, prima difende il Premier dicendo che “fa bene a dire che ama la vita e ama le donne e ha ragione a rivendicare il suo stile di vita. Ognuno può fare quello che vuole. Certo se vai a donne…” E qui arriva l’ammonimento: “Gli consiglio di essere più discreto. Ci sono tante oche e ochette che passano da casa sua, magari lo possono fregare. Ma come si dice, sul marciapiede c’è posto per tutte”. Chapeau.

Chissà se Berlusconi l’ascolterà. Per ora, ascolterà con preoccupazione Bossi e Fini, anche se nessuno dei due pare voler staccare definitivamente la spina. Però, come scrive Ugo Magri su La Stampa, “la somma delle vicende tende a delineare, lo si ammette perfino nell’entourage berlusconiano, un problema di ordine pubbblico. Le feste del Cavaliere configurano ormai un caso serio di ordine pubblico“. Potrebbe sempre intervenire Ruby, la quale ha dichiarato “Io non ho fatto niente di male. A me non me ne frega niente, io voglio fare il carabiniere e alla fine ci riuscirò”. Nei secoli fedele.

fonte

Alla faccia del cazzo della minorenne-neomaggiorenne 😐

E intanto POVERO SILVIO!

Silvio e la solitudine dei numeri primi

Berlusconi va avanti in un cammino sempre più buio. Spunta l’ipotesi Gianni Letta

berlusconi-prega.jpg

Lunedì 15 novembre: i ministri e sottosegretari di Fli rassegnano le dimissioni e aprono ufficialmente la crisi. Silvio Berlusconi, ieri al telefono nel corso della convention Pdl di Milano, tira fuori dal cilindro l’eventuale voto soltanto per la Camera e attacca nuovamente Rai e giornali: “Non leggeteli”, intima alla platea. Che abbia letto le recenti interviste di Feltri, che sembra volere abbandonare la nave?

Ernesto Galli della Loggia sul Corsera parla di una solitudine personale, ma soprattutto politica di Berlusconi: “Più che vinto dalle inesistenti vittorie dei suoi nemici, il berlusconismo oggi crolla vittima di una sorta di autoreclusione si direbbe quasi studiata con intenzione, compiaciutamente suicida. E sempre più quello che fu per antonomasia ‘un uomo solo al comando’ ormai appare niente altro che un uomo solo e basta. Che forse neppure si rende conto ancora di esserlo”. Può darsi, ma non è così sicuro.

Berlusconi va avanti, forte del sostegno degli elettori, i quali, ha ripetuto anche ieri, sono con lui. Anche se il Premier incomincia, da ultime voci, a prendere in considerazione l’ipotesi di un governo guidato da Gianni Letta, il Richelieu cisalpino, l’unico uomo che il Cavaliere accetterebbe a capo di un governo alternativo al suo.

fonte

 

Ecco perchè i FAMOSISSIMI 3 giorni per ristabilire la questione rifiuti sono probabilmente diventati 3 ere geologiche, perchè poverino, quanti pensieri!

 

Nel Napoletano situazione rifiuti resta grave,si cerca soluzione

Solidarietà da altre Province, ma tonnellate in strada

Resta molto grave la situazione rifiuti della provincia di Napoli. A terra, nel capoluogo campano, restano ancora tonnellate di immondizia non raccolta dal momento che l’unica discarica del territorio attualmente attiva resta quella di Chiaiano dove possono essere smaltiti ogni giorno al massimo 700 tonnellate di rifiuti. La situazione è precipitata quando, la scorsa settimana, ha chiuso il sito di Taverna del Re alla periferia di Giugliano. L’impianto, infatti, ha ingoiato le 10mila tonnellate di spazzatura previste dall’ordinanza siglata alla fine di ottobre dal presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro. Lo scorso fine settimana le Province di Caserta, Avellino e Salerno hanno teso una mano alla città di Napoli disponendo che alcune tonnellate di immondizia fossero trasferite nelle discariche delle tre Province. In particolare presso il sito ‘Maruzzella’ di San Tammaro (Caserta) saranno sversate 1.500 tonnellate di frazione organica proveniente dagli Stir di Caivano e Giugliano, con un flusso di 300 tonnellate per soli cinque giorni. La Provincia di Salerno accoglierà, invece, 300 tonnellate. Nonostante gli aiuti, però, la situazione resta drammatica dal momento che ci sono in giacenza tonnellate di rifiuti non raccolti, con una media 1.200-1.400 tonnellate quotidiane. Psc/Ral nov 10 MAZ

fonte

uhuhhauahgughu Povero Diavolo che pena mi faaaaaaaaaaaaaaaaaaa

E intanto la Gelimini si dedica alla sua attività preferita, “L’effetto bocchino”

Gelmini e l’ “effetto Bocchino”

La gaffe di Mariastella davanti ai cronisti
gelmini-blog.jpg

La crisi nella maggioranza e lo strappo di Fini ricompatta il Pdl e i suoi ministri. Lo dice Ignazio La Russa ai cronisti fuori da Montecitorio e Mariastella Gelmini gli fa eco: ”E’ vero, hai ragione: è l’ ‘effetto Bocchino’. Ora il Pdl è più compatto”.

Poi, subito dopo, vedendo che i giornalisti stavano scrivendo la frase sui taccuini, ha aggiunto sorridendo ”Ora sono proprio rovinata“.

Buonanima di Mike direbbe: “Ahi ahi ahi, ministra Gelmini, mi è caduta sul Bocchino”.

fonte

W l’Italia

W la politica italiana

W i bocchini

Annunci

5 thoughts on “Quando si dice: Errevutàt nennè

  1. Non mi sembra l’Italia stia resistendo granchè.
    Più che altro vedo solo tanta emigrazione interna e all’esterno…

    Rimarranno solo i matusalemme a contendersi il potere e i vecchiarelli a dire “quando c’era il duce funzionava tutto meglio!”…

    😦

    Mi piace

  2. Nò, non essere così pessimista, Lady @Simona !
    E soprattutto, non ti basare solo sul numero dei cialtroni che occupano, tuttora ma assai più precariamente di qualche giorno fà, poltrone e poltroncine !
    L’ Italia che resiste c’ è e si sente, ne vedremo delle belle !

    Mi piace

  3. Pensa solo questo, Lady @Simona, e da buona Matematica rifletti !
    1) In Italia, siamo circa 60.000.000 di abitanti .
    2) C’ è in atto, da almeno un paio d’ anni, una cri si economico-finanziaria grave almeno quanto quella di Wall-Street del 1929 .
    3) L’ Italia ha un ‘debito pubblico’ di dimensioni spaventose .
    4) C’ è al potere, la peggiore cricca di mascalzoni che si sia vista in un Paese occidentale, d’ una corruzione inusitata, d’ una bassezza etica da rabbrividire .
    5) A fasi alterne, ma inevitabilmente, si abbattono sull’ Italia calamità devastanti, come l’ inondazione recente nel Veneto .
    Con tutti questi gravami a carico, se fosse come affermi Tu, come potrebbe l’ Italia stare ancora in piedi ?
    Se non ci fossero ‘persone virtuose e di buon senso’, e se non fossero di gran lunga più numerose dei cialtroni o di quelli che non la finiscono mai di piangersi addosso ma senza fare nulla per cambiare, come potremmo sopravvivere ?
    Un fatto è certo : che chi studia e lavora, chi si industria per vivere comunque con dignità, chi avvia attività oneste che richiedano presenza e responsabilità, chi si impegna comunque e dovunque affinchè qualcosa cambi, “è meno visibile, dei variopinti e bestemmianti nulla facenti”, e questo ci fa percepire che siano pochi o non esistono proprio .
    Certamente la situazione economica è tragica, e questo è indubbio !
    Ma vedrai “quell’ Italia”, che poi è la mia e la tua, ce la farà, stanne certa !!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...