Quando la Sfiga ha un nome: il mio


jella

Bene.

Sapete che per me è un periodaccio.

Ma non sapete che tra un po’, se continuo a lavorare così poco, me ne vado a vivere sotto i ponti.

Con tutto il rispetto per chi vive sotto i ponti, nessuna bolletta, nessun affitto, è una scelta di vita che potrei tranquillamente prendere in considerazione ^^

Se non avessi gatti, cani, criceti, pesci a cui badare 😉

Per cui, dopo aver messo qualche annuncio su internet, oggi mi sono detta:” vabbè hai fatto 30 fai pure 31″ e mi sono scritta, quasi vergognandomi per me stessa,  un paio di volantini per lezioni private e animal-sitting.

Vado a stampare…….eccheccùlo!

La stampante aveva finito l’inchiostro nero, ma io l’ho fottuta (pensavo…) e la sostituisco ne avevo una di scorta… 🙂

La cambio, stampo, e inizio a vedere righe nere EVRIUER.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Pulizia testine.

Niente.

Tutto ciò nei secoli dei secoli, niente.

Finisco altre 2 cartucce per pulire le bucchine delle testine della fessa della mamma, ma nulla, continua a stamparmi come se avesse un alieno in corpo sta cessa.

Allora la levo dalla corrente, con la SANTA PAZIENZA che mi contraddistingue, prendo alcol, cotton fiocc, scottex, alzo tutto l’alzabile, pulisco tutto il pulibile dentro e fuori, la rimetto in corrente, ristampo, niente.

Pulizia testine.

Niente.

Il risultato quindi di questa mattina è:

– non posso stampà manc o cazz

– non posso mettere annunci —-> nessuno li vedrà —> nessuno mi chiamerà —-> continuerò a lavorare manco per il cazzo

– ho le mani tragicamente inguacchiate di inchiostri vari, e ora mi tocca farmi 2 ore di lavoro e andare alle poste come se fossi una camionista MOLTO PEGGIO del solito

– ho i nervi che talmente che sono a fior di pelle che sembro un campo fiorito, visto che escono tutti dai muscoli, dalla pelle e dalla fessa della mamma

Detto ciò, vado a farmi una doccia, rinunciando mestamente a questa missione.

Mi salvi chi può.

Annunci

2 thoughts on “Quando la Sfiga ha un nome: il mio

  1. Vedo che nel tuo vocabolario giornaliero hai sostituito la parola CAZZO con la parola FESSA!
    OK…vaaaa bene! sei una scaricatrice DOC.
    Ma perchè arrendersi alla stampante che non funziona per colpa della fessa della cartuccia della mamma sua?
    cioè…..ci sono un sacco ti tipografie.. quell’annuncio scrivilo con un pennarello su un foglio, fatti delle fotocopie e vir comm te chiammn!
    famm sapè… tien e cervell a nata part nennè!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...