La Coop sei tu – almen na vota tant


Galline prigioniere nelle gabbie di batteria: 560 mila l’anno finalmente libere

galline
Un risultato importante conseguito grazia alla decisione di Coop Italia di vendere solamente uova di allevamento a terra, all’aperto o biologiche. Alla catena di supermerati italiani il premio ‘Good Egg’ per lo stop alla vendita di uova di galline in gabbia

Roma, 19 ott. – (Adnkronos) – Finalmente libere 560 mila galline all’anno. E’ quanto riferisce la Lav che esulta per questo risultato importante conseguito grazia alla decisione di Coop Italia di non vendere più uova provenienti da galline allevate nelle gabbie di batteria anche per le uova non a proprio marchio. A partire dai primi di ottobre nei supermercati e ipermercati Coop Italia sono disponibili solamente uova di galline allevate a terra, all’aperto o biologiche. Con la campagna di sensibilizzazione ‘Liberiamoci dalle gabbie’, la Lav da tempo aveva denunciato i quasi 40 milioni di galline costrette a vivere in uno spazio più piccolo di un foglio A4. (VIDEO)

E proprio Coop Italia è uno dei cinque grandi destinatari della distribuzione organizzata nazionale ai quali è rivolta questa campagna storica dell’associazione, tesa a garantire l’applicazione della direttiva Europea che fissa al 2012 il bando delle gabbie di batteria, data confermata recentemente dalla Commissione Europea e dal Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura dell’Ue.

“La decisione di Coop Italia anticipa in modo significativo la data del gennaio 2012 stabilita dalla Direttiva Ue sulla protezione delle galline ovaiole. Ci auguriamo che questa linea di condotta costituisca un esempio da seguire per le altre catene della Gdo, allineando l’Italia agli altri Paesi del nord Europa, dove tale scelta è molto diffusa” commenta Roberto Bennati, vicepresidente della Lav.

Decisioni come quella assunta da Coop, prosegue Bennati, “contribuiscono a modificare le scelte dei consumatori e, di conseguenza, incidono anche sulle modalità di allevamento delle galline ovaiole, determinando un salto in avanti che va oltre le previsioni legali della direttiva Ue e vanificando la volontà degli allevatori di usare gabbie di batteria arricchite in sostituzione delle gabbie tradizionali. Le nostre azioni di pressione proseguiranno e in questa direzione vanno anche le azioni di sensibilizzazione delle amministrazioni comunali per la messa al bando nelle mense delle uova da galline di batteria, che le nostre Sedi locali stanno portando avanti sul territorio”.

fonte

Annunci

2 thoughts on “La Coop sei tu – almen na vota tant

    • ma manco pizza cà pummaròla XD

      no vabbè i colossi commerciali a me fanno sempre un po’ di punti interrogativi nella capoccia (?????) nel senso che dove ci sono i soldi non sempre e non in tutto c’è ovviamente davvero pulizia, trasparenza e ieaiea, però un’iniziativa come questa è sicuramente da tener conto tenendo presente che appunto ci sono dappertutto soltanto uova provenienti da galline ovaiole, è una buona cosa 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...