Per aspera ad astra (?)


stars

 

…o per aspera ad aspera e bast?!

Annunci

4 thoughts on “Per aspera ad astra (?)

  1. Secondo Ser @Fichte, non è così fondamentale “arrivare” ad un traguardo, quanto saperne sempre pensare uno superiore e sforzarsi di raggiungerlo per oltrepassarlo ancora !
    Lui affermava che in questo continui cimentarsi si completava ‘la dignità umana’ !
    E’ quindi nell’ accettare la sfida che le difficoltà ci pongono dinnanzi e riuscire a superarle per andare oltre, secondo questo pensatore tedesco, che si realizza una Persona e cresce in continuazione .
    Così, attraverso le difficoltà di volta in volta risolte, ed alzando lo sguardo più in alto per trovarne altre superiori e continuando a salire, si arriva ad uno stato di piena soddisfazione interiore e di serenità completa e durevole.
    Come quando guardiamo le stelle e pensiamo, che tutto sommato, non ostante la nostra fatale precarietà, “anche” la nostra piccola e limitata esistenza fa parte di questo fantastico sistema !
    Se, dal piano puramente teorico-filosofico, passiamo al piano pratico ( e cioè alla nostra vita di tutti i giorni ), non v’ è dubbio che per moltissime Persone è assai più soddisfacente riuscire ad ottenere cose guadagnate con la propria fatica ed attraverso ogni difficoltà, piuttosto che pervenire a cose di maggior valore ottenute senza alcuna fatica, quando non con mezzi illeciti !

    Mi piace

    • Ah ma sicuramente, almeno io sono una di quelle persone fatte così…
      …tante volte anche all’università,per farti un esempio, molta gente cercava “vie alternative”, o faceva gli esami “a culo” o con la raccomandazione…
      Io ancora mi devo laureare, sto da 10 anni all’università, ma sai che ti dico?
      Con tutti i problemi che ho avuto, ho sempre lavorato da quando stavo in 5° liceo, ho superato una crisi depressiva durata 2 anni, ho superato molte altre cose brutte che non sto qui a dire e NESSUNO nessuno si è mai messo in mezzo per le mie cose perchè ci ho sempre voluto pensare io e sai che ti dico?
      Ti dico che oggi vivo da sola, che ho organizzato e sto organizzando piano piano le mie cose, che sto imparando a prendermi da quando sono nata il bello e il brutto della vita senza autovittimizzarmi e senza dire i cazzi miei a chi non reputo “fiducioso in tale maniera”, perchè ottenere le cose per “tenerezza” o “pietà” non è mai stato il mio obiettivo.
      Ho la media del 27, mi mancano 7 esami, so perfettamente cosa voglio e soprattutto so che anche a 40 anni, mi voglio iscrivere anche a medicina veterinaria, quando potrò e sarà possibile.
      Finchè siamo vivi c’è sempre tempo per dimostrare quello che valiamo, ma con le MIE forze, e sono fiera, nonostante tutto, di me stessa…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...